Giulio Serra condannato dalla Corte dei conti. Ahinoi, l’avevamo previsto!

Sono passati appena tre anni da quando, in giorni caldi come questi, il gruppo Progetto Comune durante un’accesa campagna elettorale dai palchi dei comizi rammentava agli elettori che tra i candidati della lista opposta ve n’era uno che per ragioni di opportunità politica avrebbe fatto meglio a non ri-candidarsi per l’ennesima volta. Oltre alle notevoli responsabilità che il consigliere Giulio Serra ha sulle decadenti attuali sorti del nostro comune, v’era e v’è tutt’oggi – ancor più di ieri – una ragione di natura più personale che avrebbe dovuto suggerirgli di stare fermo un giro: un’imputazione per peculato e distrazione personale di fondi pubblici regionali che pendeva sul suo capo come un macigno! Continua a leggere

Bilancio di previsione, bocciate le nostre proposte a favore di famiglie, associazioni e lavoro

Nella seduta del 14 giugno, i consiglieri del gruppo Progetto Comune hanno proposto al consiglio comunale un emendamento al bilancio di previsione a favore di famiglie, associazioni e formazione lavoro. Purtroppo la maggioranza si è arroccata su un atteggiamento di chiusura totale, nonostante il parere favorevole della dirigente del settore e del revisore dei conti adducendo una scusa di lana caprina ovvero la necessità di dover aggiornare il Dup (Documento unico di programmazione), cosa che si sarebbe potuta fare in pochi secondi e invece presentata come ostacolo insormontabile.

Ci dispiace tale atteggiamento di preclusione nei nostri confronti, Continua a leggere

Ospedale di San Marco Argentano malato incurabile. Colpa dell’incapacità e dell’inefficienza di chi amministra

I consiglieri comunali del gruppo Progetto Comune di San Marco Argentano si dicono sempre più preoccupati per le sorti dell’ospedale “L. Pasteur”, alla luce delle ultime notizie che vedono un gravissimo depotenziamento della struttura sanitaria che ormai sembra inarrestabile e irreversibile. L’azione dei rappresentanti istituzionali della nostra cittadina si è dimostrata assolutamente inconsistente, con l’inevitabile risultato della perdita di servizi fondamentali per la salute dei cittadini. Continua a leggere