Casa della salute a San Marco Argentano, una sconfitta per la maggioranza

Nei giorni scorsi la maggioranza ha deciso di pubblicizzare – a dir loro – una grande vittoria per aver ottenuto il decreto regionale di finanziamento delle risorse da destinarsi per la riconversione del nostro ex ospedale locale in Casa della Salute, con tanti ringraziamenti verso gli autori – a nostro avviso i colpevoli – di tale decisione.
Ebbene, per noi Consiglieri del Gruppo Progetto Comune la riconversione del nostro ex Ospedale in Casa della Salute non è affatto una vittoria per nessuno, tanto meno per l’attuale maggioranza, perché la Casa della Salute non risolleva il declino dei servizi sanitari locali e territoriali, essendo di fatto un mero contenitore di servizi sanitari primari già presenti senza null’altro di più!
Riteniamo che Sindaco e maggioranza, dunque, dovrebbero fare molto ma molto di più prima di esultare per qualche vittoria, e soprattutto dovrebbero smetterla di prendere in giro i cittadini. Abbiamo chiesto e sollecitato a più riprese maggiore impegno e determinazione nella gestione di tale gravissima problematica che interessa la salute di tutti i cittadini, offrendo sempre massima collaborazione e sostegno perché riteniamo che su problemi come quello dei disservizi sanitari non possiamo certo dividerci in fazioni, dovendo piuttosto remare tutti dalla stessa parte nell’interesse comune. Abbiamo proposto con competenza e determinazione idee ed iniziative (Class Action popolare) cadute nel vuoto e mai ascoltate.
Oggi, però, con la stessa determinazione sentiamo il dovere di sconfessare pubblicamente l’ennesima falsa notizia pubblicizzata dalla maggioranza , e stigmatizzare con forza queste ripetute reclame del tutto ingiustificate , utili solo a prendere in giro i cittadini, facendo passare per vittorie eventi che in realtà non sono vittoriosi affatto, essendo semmai evidenti sconfitte sia sotto il profilo politico, sia nel merito dei servizi sanitari che verranno erogati sul nostro territorio.
Basta a queste solite prese in giro! Basta con questo continuo fumo negli occhi dei cittadini che, invece, meritano solo verità , competenza ed onestà politica ed intellettuale.
Il recente decreto che dispone il finanziamento della casa della salute (per la quale non c’è da ringraziare proprio nessuno!) non solo è una “falsa” novità – in quanto tale decisione già di fatto assunta andava solo ratificata dagli organi competenti – ma soprattutto non è per nulla una vittoria di cui esultare ed andar fieri, essendo semmai una gravissima sconfitta.
Proprio il Sindaco e la maggioranza appena tre anni addietro , approvando le linee programmatiche di mandato, dichiaravano che non si sarebbero rassegnati ad avere una Casa della Salute ritenendola una scelta sbagliata per il territorio, impegnandosi a combattere con forza per risollevare il declino dei servizi sanitari locali. Ebbene, dopo appena 3 anni i fatti li smentiscono chiaramente! Tre anni in cui non si è vista alcuna battaglia, nè tanto meno alcun risollevamento dei servizi sanitari locali, alla fine dei
quali oggi cantano addirittura vittoria per il finanziamento di quella Casa della Salute che loro avrebbero voluto e dovuto osteggiare con forza! In realtà ora come allora la Casa della Salute resta un contenitore vuoto in cui non è affatto ben chiaro quali servizi sanitari saranno erogati, per cui ci spieghi il Sindaco cosa è cambiato negli ultimi tre anni, quali siano gli elementi concreti per cantar vittoria (?). Altrimenti eviti falsi proclami e smetta di illudere i cittadini.
Tutto ciò è davvero inaccettabile! Noi rimaniamo dell’avviso che la Casa della Salute sia una sconfitta clamorosa! Una debacle su tutto il fronte rispetto alla quale politici onesti dovrebbero avere il buon senso di dimettersi, ma soprattutto avere il buon gusto di non prendere in giro i cittadini.
 Hanno chiaramente fallito il più importante impegno politico assunto durante la campagna elettorale, e questo dovrebbe essere più che sufficiente per suggerire loro di andarsene mestamente a casa.
 I consiglieri comunali del gruppo Progetto Comune
Antonio Lanzillotta
Glauca Cristofaro
Paolo Cristofaro
Annalia Incoronato
Annunci

Incendi a San Marco Argentano, Progetto Comune sporge denuncia

Abbiamo sporto una denuncia-querela nei confronti di ignoti per i gravi incendi che hanno ferito il nostro territorio in particolare nelle giornate del 12 e 13 luglio 2017. La Montagna Magna e le zone limitrofe, fino a Cerreto, sono state devastate da roghi appiccati presumibilmente da qualche spregiudicato piromane. Continua a leggere

Referendum costituzionale: come orientarsi? Confronto a San Marco Argentano

Il 4 dicembre 2016 gli elettori italiani saranno chiamati alle urne per il referendum costituzionale proposto dal Governo. Su cosa dovranno decidere e come orientarsi?

Le novità che vengono proposte sono molteplici Continua a leggere

Bilancio di previsione, bocciate le nostre proposte a favore di famiglie, associazioni e lavoro

Nella seduta del 14 giugno, i consiglieri del gruppo Progetto Comune hanno proposto al consiglio comunale un emendamento al bilancio di previsione a favore di famiglie, associazioni e formazione lavoro. Purtroppo la maggioranza si è arroccata su un atteggiamento di chiusura totale, nonostante il parere favorevole della dirigente del settore e del revisore dei conti adducendo una scusa di lana caprina ovvero la necessità di dover aggiornare il Dup (Documento unico di programmazione), cosa che si sarebbe potuta fare in pochi secondi e invece presentata come ostacolo insormontabile.

Ci dispiace tale atteggiamento di preclusione nei nostri confronti, Continua a leggere

Legalità e buona amministrazione – resoconto del convegno

foto convegno

Un’occasione di confronto, l’ascolto di un racconto commovente, una riflessione sulla politica. Il convegno su “Legalità e buona amministrazione”, organizzato dall’associazione Progetto Comune, che prende il nome dal gruppo consiliare di minoranza di San Marco Argentano, si è dipanato lungo un filo che parla di buone pratiche amministrative, o meglio di come l’interesse per il bene comune dovrebbe anteposto sempre dagli amministratori nella propria azione istituzionale. I relatori hanno affascinato il pubblico con una serie di riflessioni che, aldilà di ogni banalità, sono state incalzanti nei confronti di una classe politica che oggi manca, ad esempio, di una formazione adeguata. Continua a leggere

Legalità e buona amministrazione

locandina legalità e buona amministrazione

L’associazione politico-culturale e gruppo consiliare Progetto Comune ha organizzato un interessante convegno su “Legalità e buona amministrazione” venerdì 29 aprile alle ore 17 nella Sala consiliare del Comune di San Marco Argentano. Sarà l’occasione per discutere con numerosi e graditissimi ospiti di un tema che sta particolarmente a cuore ai consiglieri comunali Antonio Lanzillotta, Glauca Cristofaro, Paolo Cristofaro e Annalia Incoronato, così come a tutti i sostenitori di Progetto Comune, convinti che sia sempre più necessario mostrarsi trasparenti e chiari in ogni occasione, specialmente quando si parla di amministrazione pubblica. Continua a leggere

Question time civico a San Marco Argentano, i cittadini potranno interrogare l’amministrazione

Abbiamo proposto nei giorni scorsi all’amministrazione comunale di istituire a San Marco Argentano il Question time civico, ovvero uno strumento di partecipazione attiva dei cittadini alla vita della comunità. Continua a leggere

Eppur …. “non si muove!”

   Rielaborando la celebre esclamazione di Galileo Galilei sulla terra che pur sembrando ferma in realtà si muove, a noi purtroppo sorge spontaneo esclamare l’esatto contrario sull’operato amministrativo dell’attuale maggioranza, che pur agitandosi in maniera scomposta e confusa su più fronti in realtà resta ferma su tutto , vittima ormai inesorabile di un’attività politica del tutto inefficiente ed inefficace. Continua a leggere

Dramma della solitudine: dov’erano gli amministratori e i servizi sociali?

Esprimiamo il nostro più profondo sentimento di dispiacere e dolore per la perdita di Giovanni Martino, commerciante noto a San Marco Argentano dove gestiva la sua attività. Il dramma della solitudine che si è consumato ci induce a una riflessione attenta e chiediamo con forza dov’erano l’amministrazione comunale e i servizi sociali del Comune mentre un uomo solo e con problematiche psichiche conosciute da molti –e dunque anche dalle strutture comunali- si spegneva nella propria abitazione, letteralmente abbandonato da tutti? Continua a leggere

Un aiuto ai commercianti del centro storico: la nostra proposta “natalizia”

Ogni anno durante le feste natalizie si assiste, nelle strade del centro storico di San Marco Argentano, a una gran confusione di automobilisti che, nel tentativo di fare acquisti, sono costretti a lasciare i veicoli in parcheggi improvvisati rischiando di intasare il traffico. Spesso la causa è –tra le altre- individuabile in altre automobili parcheggiate da ore negli stessi spazi, tali da non lasciare margini ai cittadini che con i loro acquisti potrebbero dare una boccata d’ossigeno ai commercianti. A peggiorare la situazione v’è l’uso – a parer nostro strumentale- dei lavoratori in mobilità in forze al Comando di Polizia locale al solo scopo di elevare contravvenzioni. In questo modo si porta il centro storico e le sue attività a morire definitivamente!

Ci siamo confrontati con alcuni esercenti e avanziamo la nostra proposta concreta. Continua a leggere