I cittadini potranno interrogare l’Amministrazione comunale – Regolamento Question Time civico

Il gruppo consiliare Progetto Comune ha proposto l’istituzione del Question Time civico che consente ai cittadini di San Marco Argentano di proporre interrogazioni direttamente al sindaco e all’Amministrazione comunale.

Si tratta di un importante strumento di partecipazione democratica che il Consiglio comunale ha adottato all’unanimità. Siamo orgogliosi di avere contribuito a offrire una innovativa opportunità a tutti i sammarchesi.

I consiglieri

Antonio Lanzillotta, Glauca Cristofaro, Paolo Cristofaro, Annalia Incoronato

 

Ecco il Regolamento:

 

Art. 1

Il Question time rappresenta uno degli strumenti a disposizione del cittadino per partecipare attivamente alla vita politica ed amministrativa delpaese.

 

Art. 2

Il Question Time può essere utilizzato da tutti i cittadini maggiorenni e residenti nel Comune    di San Marco Argentano, fatta eccezione per i cittadini eletti consiglieri comunali, i quali utilizzano, invece, gli strumenti di partecipazione messi a loro disposizione dallo statuto comunale e dal regolamento di funzionamento per il consiglio comunale durante le sedute del Consiglio Comunale.

Possono utilizzare lo strumento del Question Time anche coloro i quali svolgono attività commerciali, imprenditoriali nonché da associazioni e operatori no profit all’interno del nostro territorio

 

Art. 3

I cittadini possono formulare richieste su qualsivoglia argomento, fatta eccezione per tutte quelle materie e/o casi trattati dalla magistratura o comunque per tutte quelle materie su cui    è sospeso un giudizio da parte dell’autorità giudiziaria e per gli argomenti che violino la  privacy.

 

Art. 4

Il Question Time del cittadino è rivolto al Sindaco e all’Amministrazione  Comunale, al Presidente del Consiglio e ai Presidenti delle commissioni consiliari.

 

Art. 5

Il Question Time sarà proposto con cadenza trimestrale, secondo il calendario che sarà pubblicato entro il giorno dieci del mese antecedente il trimestre di riferimento, e pubblicato  sul sito web del comune nell’apposito link dedicato.

 

Art. 6

Le sedute si terranno presso la Sala Consiliare, in orario pomeridiano, alla presenza dei  cittadini proponenti il Question Time della giornata, del Sindaco, della Giunta Municipale, del Presidente del Consiglio che fungerà da moderatore nonché dei consiglieri comunali fermo restando quanto disciplinato dall’art. 2, di rappresentanti delle forze dell’ordine e di tutto il pubblico che vorrà assistere alla seduta senza la possibilità di intervenire.

Gli organi di amministrazione saranno assistiti da personale dell’ufficio di  segreteria  con compiti di verbalizzazione.

 

Art. 7

Per partecipare alla seduta, i cittadini dovranno far pervenire la domanda che intendono porre durante la giornata del Question Time almeno dieci giorni prima della stessa seduta. La domanda deve essere accompagnata dalle generalità del cittadino (nome, cognome, data e luogo di nascita, residenza, indirizzo, numero di telefono, indirizzo e-mail). La richiesta deve essere indirizzata al Sindaco e presentata all’Ufficio Protocollo oppure inviata al seguente indirizzo di posta elettronica “_______________________ ”. Solo chi ha scritto ed inviato la domanda può partecipare alla seduta pubblica del Question Time. Saranno accettate deleghe e/o sostituzioni per iscritto e solo per le persone giuridiche. L’invio della domanda almeno dieci giorni prima della seduta è obbligatorio ai fini della partecipazione alla seduta stessa.

L’Ufficio di Gabinetto del Sindaco contatterà direttamente i cittadini interroganti per la comunicazione della seduta che tratterà i casi richiesti tramite notifica o in  caso  di  irreperibilità tramite e-mail. Tale comunicazione è da considerarsi invito per la partecipazione alla sedutastessa.

Sarà competenza del segretario generale o dell’ufficio da esso delegato, dopo l’acquisizione di tutte le domande, predisporre un elenco cronologico delle  domande  pervenute,  tenendo conto della data e dell’ora di arrivo al protocollo. Alla selezione degli argomenti da trattare, in base all’attualità e l’importanza, che abbiano  carattere  generale, che tutelino l’interesse della comunità e non abbiano carattere di natura prevalentemente privata e personalistica, è predisposto il Presidente del Consiglio previa conferenza dei capogruppo. Verrà predisposto a tal fine, un elenco cronologico con le istanze datrattare”.

 

Art. 8

La seduta avrà la durata di un’ora e trentaminuti.

 

Art. 9

Per consentire a tutti una eguale e democratica partecipazione, ogni domanda non potrà  durare più di 15 minuti circa, cosìsuddivisi:

  • 2 minuti a disposizione del cittadino per leggere il quesito nella stessa formulazione  utilizzata per l’invio all’amministrazionecomunale;
  • 10 minuti a disposizione dell’Amministrazione Comunale per la risposta;
  • 3 minuti per la replica del cittadinointerrogante.

Se il cittadino interrogante per problemi indipendenti dalla sua volontà non riuscisse a fruire appieno dei minuti concessigli per la replica, il moderatore potrà concedere  due  minuti ulteriori per permettergli di concludere l’interainterrogazione.

 

Art. 10

Qualora siano pervenute domande di uguale contenuto, il Presidente del Consiglio, previo raccordo con l’Amministrazione Comunale, informerà i cittadini interessati che il Sindaco e/o l’Amministrazione Comunale fornirà un’unica risposta, dando facoltà agli  interessati  di  decidere chi debba dare esposizione della problematica. A ciascun cittadino interessato viene data la facoltà di dare la propria risposta secondo quanto previsto nel precedente art. 9.

 

Art. 11

Partecipando al Question Time, con l’invio della domanda al Sindaco, si considerano accettate le regole stabilite nel presenteRegolamento.

 

Art. 12

Tutte le domande poste con le relative risposte saranno inserite nell’archivio digitale del Question Time,  suddiviso per aree tematiche, che sarà ospitato sul sito ufficiale del Comune   in apposito link al seguente indirizzo: _____________________ Non si potrà dare seguito a richieste già trattate in precedenti sedute (fatto salvo il carattere di attualità così come disciplinato dall’art. 7), anche se proposte da un diverso cittadino, le cui risposte, adeguatamente verbalizzate, potranno essere visionate nel sopra citato link

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...