Scura all’ospedale di San Marco. Perché non siamo stati invitati?

Siamo rimasti molto dispiaciuti dalla visita solitaria del commissario per il rientro del debito sanitario Massimo Scura all’ospedale “Pasteur” di San Marco Argentano, senza confronto con tutte le forze politiche e amministrative del territorio come invece è avvenuto altrove. Ci saremmo aspettati di essere invitati a partecipare al sopralluogo, considerato che il capogruppo Tonio Lanzillotta tra l’altro è già presente e attivo al tavolo istituito dal sindaco Virginia Mariotti. In un’occasione così importante riteniamo che fosse dovuto un maggiore coinvolgimento del gruppo Progetto Comune, invece non possiamo che constare come ancora una volta si siano rivelati falsi gli inviti della maggioranza a una convergenza sui temi delicati del nostro territorio.

Evidentemente temevano la nostra presenza, e ce ne dispiace parecchio perché avremmo dato il nostro punto di vista al commissario Scura. Gli avremmo fatto notare che è necessario un confronto vero con i medici del territorio –primi a conoscere bene le esigenze della popolazione- per modellare la sanità rispetto alle necessità concrete dei pazienti, che è impensabile chiudere il pronto soccorso nelle ore notturne poiché punto di riferimento per i comuni di tutto il comprensorio in caso di emergenza, che non è incrementando i posti della dialisi a rendere produttivo il nosocomio. Avremmo voluto suggerirgli tante altre cose per tutelare il diritto alla salute dei cittadini della valle dell’Esaro.

Al contrario, non ci sembra che i segnali rilasciati dal commissario siano positivi per l’ospedale “Pasteur” e siamo davvero indignati per la situazione verificata sulla Tac, non funzionante perché i topi hanno eroso i cavi. E’ davvero un’indecenza. Dovrebbero indignarsi anche i signori della maggioranza per lo stato in cui l’ospedale oggi si trova e invece ancora permettono passerelle e trasmettono comunicati accomodanti. Lo stiamo ripetendo da un pezzo che è finito il momento di scherzare, anche perché è sulla pelle dei sammarchesi che questa partita si sta giocando.

Constatiamo con grande amarezza che della proposta elaborata dal tavolo di lavoro sulla sanità (grazie anche al contributo della minoranza)e formulata nel documento inviato al Commissario Scura il 16 giugno u.s., nulla è stato preso in considerazione. Il potenziamento del Punto di Primo Intervento con attivazione dei posti letto di “Osservazione Breve Intensiva”; l’apertura dei servizi di Radiologia e Laboratorio analisi dalle ore 8.00 alle 20.00 con reperibilità notturna e festiva; il potenziamento di tutti gli ambulatori specialistici; il mantenimento degli impegni previsti nel precedente atto aziendale con attivazione dei 10 posti letto di riabilitazione estensiva a ciclo continuativo per autismo, la necessità (come evidenziato dai medici di medicina generale) di attivare posti di riabilitazione cardiologica, respiratoria, per pazienti oncologici ecc.; di tutto ciò non c’è traccia.

Ancora una volta non ci rimane che sottolineare l’assoluta incapacità amministrativa di questa amministrazione comunale. Si vergognino, a noi non resta che piangere.

I consiglieri comunali

Antonio Lanzillotta, Glauca Cristofaro, Paolo Cristofaro, Annalia Incoronato

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...