Zona industriale del Fullone, politica distante dalla realtà

La maggioranza si accorge dei problemi della zona industriale solo adesso, promuovendo un tardivo incontro sull’area del Fullone, ma dov’erano consiglieri e assessori quando le aziende chiudevano? Continua a leggere

Dura opposizione al consuntivo 2014

Dura opposizione dei consiglieri comunali del gruppo Progetto Comune (Antonio Lanzillotta, Glauca Cristofaro, Paolo Cristofaro e Annalia Incoronato) nell’ultimo consiglio comunale di San Marco Argentano convocato per l’approvazione del consuntivo. Il capogruppo Antonio Lanzillotta ha rilevato preliminarmente una serie di irregolarità procedurali talmente gravi da ipotizzare che il consiglio non potesse procedere alla votazione. Continua a leggere

Consiglio comunale 18 maggio 2015

Lunedì 18 maggio alle ore 17.30 è stato convocato il consiglio comunale per l’approvazione del conto consuntivo dell’esercizio 2014.

Noi ci saremo e chiederemo come vengono spesi i soldi dei cittadini. Vi invitiamo a partecipare sempre ai consigli comunali e rendervi conto delle azioni amministrative dei gruppi, noi faremo come sempre la nostra parte con rigore e serietà!

Usi civici: colpo di spugna dell’Amministrazione comunale

I consiglieri comunali del gruppo “Progetto Comune” hanno protocollato nei giorni scorsi una diffida al Comune di San Marco Argentano per indurlo a presentate, entro l’imminente termine di scadenza, appello parziale contro la sentenza n.10 del Commissario per gli Usi Civici della Calabria del 23 ottobre 2014, limitatamente ad alcune posizioni. Continua a leggere

Gli studenti di San Marco Argentano sono al sicuro? Il sindaco scarica le responsabilità

Gli alunni della scuola elementare si trovano al sicuro? E’ la domanda che ci siamo posti e, con senso di responsabilità, abbiamo rivolto un’interrogazione al sindaco per avere rassicurazioni. Non vorremmo che anche a San Marco Argentano, a causa di scelte frettolose o poco avvedute, avvenisse qualche disgrazia come già le cronache italiane riportano in altre regioni. Quanto avvenuto di recente, in Puglia ed in Sardegna, ci induce ad essere ancora più intransigenti e determinati sulla sicurezza dei luoghi nei quali i nostri giovani soggiornano per lungo tempo.

Continua a leggere